Iter documentale per matrimonio religioso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Iter documentale per matrimonio religioso

Messaggio Da Paola il Gio Mag 08, 2014 3:31 pm

Hai deciso di sposarti in chiesa?
Ecco le procedure da seguire se hai deciso di compiere il grande passo davanti all'altare...

Arrow FASI PRELIMINARI
- Frequentare un corso prematrimoniale
Richiedere un colloquio con il parroco della parrocchia scelta per informarsi su date, tempi e modalità del corso prematrimoniale. La frequenza è obbligatoria per entrambi i fidanzati, salvo casi particolari che possono essere discussi con il parroco. La frequenza al corso deve avvenire prima della data fissata per le nozze Al termine viene rilasciato un attestato di frequenza.
- Scegliere la chiesa
E' consigliabile, soprattutto nelle grandi città, iniziare almeno 3 mesi prima delle nozze. Attenzione ai periodo caldi: se maggio è tradizionalmente il mese delle spose, anche chi intende sposarsi tra giungo e settembre deve scegliere il luogo della cerimonia con largo anticipo.

Arrow DOCUMENTI DA PRESENTARE
- Certificato di battesimo per uso matrimoniale
Serve anche quello della cresima qualora sul certificato di battesimo non sia annotato. Si richiede alla chiesa dove si sono ricevuti i sacramenti
- Attestato di frequenza del corso prematrimoniale
Da richiedere alla parrocchia presso la quale si è frequentato il corso
- Certificato di stato libero ecclesiastico
Necessario nel caso in cui uno dei due sposi o entrambi abbiano vissuto almeno un anno, dopo il sedicesimo anno di età, in una diocesi diversa da quella del domicilio attuale. E' possibile sostituirlo con il giuramento supplettorio, alla presenza del parroco e di due testimoni conoscenti degli sposi nel periodo di residenza nell'altra diocesi.
- Nulla osta ecclesiastico
Da richiedere al Vicariato nel caso in cui il matrimonio si celebri in una Chiesa differente da quella di appartenenza di entrambi gli sposi

Arrow ITER BUROCRATICO
- Richiesta di pubblicazioni civili
Prodotti tutti i certificati il parroco consegna ai futuri sposi la richiesta di pubblicazioni civili da presentare in Comune. La richiesta si effettua compilando l'apposito modulo fornito dal Comune.
- Consenso
I fidanzati si recano dall’Ufficiale di Stato Civile di uno dei due Comuni di residenza, , dopo la fase istruttoria firmano la richiesta di pubblicazioni e comunicano la data scelta per il giorno del matrimonio. Anche il Parroco interrogherà separatamente i futuri sposi per accertare la consensualità nella celebrazione delle nozze.
- Esposizione delle pubblicazioni
L'Ufficiale di Stato Civile provvede all'esposizione delle pubblicazioni presso l'apposito spazio previsto in Comune. Le pubblicazioni devono rimanere esposte per almeno 8 giorni per dare spazio a possibili contestazioni.
- Ottenimento del nulla osta
Trascorsi 3 giorni dopo il termine delle pubblicazioni viene rilasciato un certificato, da consegnare al Parroco, in cui si dichiara che il matrimonio agli effetti civili non presenta impedimenti. Il matrimonio deve avvenire entro 180 giorni dalle pubblicazioni.
- Pubblicazioni religiose
Ottenuto il nulla osta civile le pubblicazioni saranno affisse in Chiesa per le due domeniche antecedenti le nozze. Nel caso i due sposi non risiedano nella stessa parrocchia serve una richiesta di pubblicazione anche per la chiesa dell'altro coniuge.

Arrow DOPO LA CELEBRAZIONE
- Regime patrimoniale
Alla celebrazione segue la redazione dell'atto di matrimonio. In questo momento si può decidere sulla scelta del regime patrimoniale: separazione o comunione. La Legge riconosce automaticamente la comunione dei beni. Per tutti i succesivi cambiamenti occorre un atto stipulato davanti al notaio.
- Matrimonio concordatario
Il matrimonio celebrato in chiesa ha valore giuridico anche per lo Stato a condizione che l'atto relativo sia trascritto nei registri dello stato civile. Questo avviene per effetto del concordatario, ovvero il matrimonio celebrato davanti a ministri di culto cattolico, disciplinato dal Codice civile e regolamentato dagli accordi tra Santa Sede e Stato italiano. (art. 82 del Codice civile e Concordato Lateranense dell'11 febbraio 1929; Accordo di modificazione del 18 febbraio 1984, ratificato con Legge n. 121 del 25 marzo 1985).

- Firma dell'atto di matrimonio
Dopo il matrimonio si dovranno firmare i registri. La parrocchia è tenuta a trasmettere la copia al comune in cui è avvenuto il matrimonio, entro 5 giorni. L’ufficiale trascrive l’atto il giorno seguente e comunica l’avvenuto adempimento al Parroco

- Annullamento
Il matrimonio può essere annullato in caso di una grave e non rimediabile violazione della Legge, che sancisce i requisiti per la celebrazione del matrimonio e gli impedimenti dei coniugi. L'annullamento può essere richiesto dai coniugi, dagli ascendenti prossimi, dal pubblico ministero e da tutti coloro che hanno un interesse legittimo in tale pronuncia.

Fonte: http://donne.alice.it/extra/matrimonio/religioso2.html
avatar
Paola
Piccola tiranna

Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 05.05.14
Età : 36
Località : Roma

http://dasposeperspose.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum